COME SCEGLIERE UNA TORRE FARO

Per eventi, cantieri, protezione civile: sono moltissimi gli ambiti dove serve noleggiare o acquistare una torre faro. Ma come trovo quella più adatta alle mie esigenze? Contattaci per avere subito un preventivo gratuito per acquisto o noleggio di torri faro!

I sistemi di illuminazione mobile possono essere scelti in base ad alcune caratteristiche principali.

TIPI DI SISTEMA DI ILLUMINAZIONE MOBILE
Le tipologie di illuminazione mobile più diffuse sono: lampade portatili, palloni illuminanti e torri faro.
– Le lampade portatili sono in genere a LED, disponibili sia a noleggio che in vendita, e in molti casi servono per lavori in officine come carrozzieri, cantieri interni, set fotografici, set cinematografici. La loro grande manovrabilità e leggerezza consente di modificare a piacimento l’illuminazione all’interno dell’ambiente di lavoro.
– I palloni illuminanti o lightglobe sono molto usati nei set cinematografici, negli eventi ed in cantieri notturni. Si compongono di un potente set di illuminazione a LED, un telo semitrasparente gonfiabile ed un treppiede telescopico.
Il telo si gonfia e ha la funzione di proteggere le lampade, impedire fenomeni di abbagliamento e di diffondere meglio l’illuminazione. Il materiale è idrorepellente e resistente alla polvere, per poterli utilizzare anche all’aperto.
– Le torri faro sono il sistema di illuminazione mobile più complesso e si compongono di una testa portafari, lampade illuminanti e una struttura telescopica. La struttura telescopica può includere un generatore di corrente, il carrello per traino cantiere o omologabile per uso stradale.

POTENZA DI ILLUMINAZIONE
La potenza luminosa viene espressa in lumen e ci aiuta ad identificare quanta luce può diffondere il sistema. Si basa sul numero di lampade e la loro potenza. Per esempio una testa portafari con 6 lampade a LED da 5000 lumen l’una, avrà una potenza luminosa di 30000 lumen totali.
Chiaramente aumentando l’altezza a cui sono poste le lampade influirà sulla diffusione della luminosità a scapito della potenza luminosa.

STRUTTURA TELESCOPICA
La struttura telescopica di una torre faro o di un lightglobe, può variare da 3 metri a oltre 10 metri a seconda del modello.
L’alzata della struttura può essere manuale, pneumatica con utilizzo di compressori o elettrica.
In genere la struttura presenta dei cosiddetti sfili concentrici di lunghezza di 1,5 metri o 2 metri; il loro numero e la lunghezza determina l’altezza totale.
I pali telescopici di una torre faro o di un pallone illuminante possono far parte di una struttura integrata a un generatore e ad un carrello per la movimentazione. In altri casi possono anche essere poggiate a terra con un treppiede oppure fissate con staffe ad una struttura come ad esempio un container oppure un mezzo della protezione civile.

ALIMENTAZIONE DELLA TORRE FARO
Le torri faro grazie al sistema di illuminazione con fari LED e MultiLED stanno abbassando i loro consumi in maniera drastica rispetto alle vecchie lampade alogene. Possono essere collegate alla rete elettrica oppure ad un generatore di corrente portatile.
Alcune tipologie di torri faro consentono l’alimentazione in serie, cioè da un’unica fonte è possibile formare una catena di torri faro collegate l’una con l’altra.
I modelli con carrello stradale o traino da cantiere possono avere un sistema di alimentazione integrato; dai tradizionali generatori di corrente ad uso mobile ad i moduli batteria ricaricabili.
Pensate che alcune moderne torri faro consentono un’autonomia di oltre 200 ore!

RICHIEDI INFORMAZIONI

Contattaci per informazioni sul noleggio o l'acquisto dei nostri prodotti

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
Call Now Button  CHIAMA ORA